“Giada” Dibisceglia una pietra preziosa ben incastonata al Nuovo Musinè Sport Village.
A volte un nome può rivelare diverse caratteristiche e sfaccettature della persona, sembra sia proprio questo il caso, la giada è considerata un minerale raro capace di far star bene e rasserenare chi gli stia accanto; Confucio la definì “lo specchio dell’integrità anima-mente” indicandone come virtù la benevolenza , fedeltà, educazione e sincerità. Conoscendo e chiaccherando anche di argomenti leggeri con Giada si han proprio queste sensazioni, grazie alle sue buffe risate intermittenti, la sua intelligenza e i suoi modi dolci di fare di altri tempi.
Un cuore ,il suo, che vien scandito a ritmo di musica , una vita trascorsa fra i banchi di scuola e la sbarra di danza classica alla ricerca del movimento sinuoso e perfetto, Giada è il primo volto che si incrocia attraversando la porta a scorrimento dell’ ingresso del centro sportivo mentre si occupa di tutte le esigenze dei soci , del customer care e come insegnate di danza hip hop e tonificazione. Imbarazzatissima fin quando non si innescano argomenti come musica e danza dove perde ogni forma di timidezza e con occhi emozionati ma pieni di determinazione racconta i sacrifici e studi  effettuati, spinta da una passione irrefrenabile e innata.

“Quando non ballo mi rendo conto che devo farlo”

Giada al Musinè dal ?

“ 2014” … risponde lapidaria facendo trascorrere qualche istante interminabile di silenzio

Il ritmo della conversazione non parte incalzante “ bisogna esser più argomentativi” pensa l’ intervistatore 😀 .Si riparte…

Un incrocio quasi casuale ti ha portato a lavorare qui al musinè ? Come è stato il primo approccio?

“ Avevo un infortunio muscolare e mi consigliarono di farmi visitare da Daniele che fa l ‘osteopata quì e si occupa di rimettere a nuovo chi ha qualche problema; discutendo mi ha chiesto di lasciar il curriculum in quanto il centro era ancora in fase di sviluppo e cercavan personale per svariate mansioni fra reception e corsi.. Dopo qualche tempo mi han richiamato ed eccomi qui -sorridendo- ”

il tuo primo giorno come è stato?
“ ero un pò tesa come adesso – scherza – ma tutti mi han fatto sentire a casa e parte integrante da subito ,da Roberto (intervista precedente) a Gianni – (prossima intervista futura). Ricordo che salutavo tutti i soci e allievi che passavano davanti alla reception e mi guardavano – breve sogghigno contagioso- con una faccia enigmatica che non lasciava spazio ad interpretazioni come a dire ‘chi è questa?. ‘ “

Tutti ti conoscono per il volto in reception e la professionalità nei tuoi corsi , quali sono quelli che tieni attualmente e quelli dove hai insegnato in passato?

“ attualmente insegno hip hop per i bimbi e fra poco inizia la lezione e non vorrei esser in ritardo – sorride cercando di sfuggire all’ intervista – tonificazione il sabato e lezioni ballate come latin dance o altre varie quando c’è’ la necessità.”

La tua storia è indissolubilmente legata alla musica e al ballo, tutto parte da parecchio lontano…

“Ho inziato da quando ho 7 anni principalmente perchè lo faceva mia sorella e io volevo fare ogni cosa che faceva anche lei – ironizza – con il trascorrere del tempo mi appassionavo di giorno in giorno frequentando una scuola di danza qui a Pianezza, amavo tutte le discipline possibili dal classico, al moderno, al latino, per poi approdare al liceo coreutico al teatro Nuovo di Torino ,una scuola rigida ma formativa dove si faceva danza al mattino e si studiava al pomeriggio”

Ti possiam quindi definire una vera professionista del ballo?

“No – improvvisamente seria facendo trasparire un senso di solenne umiltà – in questo mondo del ballo ci si prova a migliorarsi e studiare tutti i giorni, diciamo che ci ho provato e ci provo con meno assiduità e fervore.”

Hai fatto o fai attualmente qualche spettacolo?

“Collaboro da diversi anni e tutt’ora con una compagnia di danza di Torino chiamata la Bit conciliando  passione e lavoro; abbiam fatto spettacoli in diversi luoghi importanti di Torino e provincia; l’ ultimo nel teatro di Novara e sicuramente a breve ne farò un altro.”

Quale è stato il picco più alto della tua “carriera” dove hai pensato per un istante ‘ce la sto per fare!’

“ Una volta ho fatto uno spettacolo teatrale ,un varietà, con molte celebrità e con molta gente della tv, ero inizialmente entuasiasta ma ho anche capito che l’ ambito televisivo non era per me. ”

Qualche possibilità l’hai avuta quindi per poter esercitare la professione..

“Si qualcosina in più avrei potuto farla sicuramente ma poi mi si è stata posta naturalmente una scelta ,fra girare tutta Italia e andare anche a studiare al di fuori dei nostri confini inseguendo un’ ambizione e la mia famiglia che per me è indispensabile,  allora non c’è stata scelta.”

Cosa ci puoi dire riguardo questo legame forte con la tua famiglia?

“ho una famiglia stupenda e 2 genitori che sono il meglio, mi han sempre spinto a inseguire il mio sogno ma sono io che non riesco a distaccarmi e allontarmi, mia sorella  ha avuto un ruolo fondamentale nel trasmettermi questa passione per la danza, mi creava le coreografie per gli spettacoli o audizioni, il mio fidanzato naturalmente e il nuovo arrivato il mio cucciolo di labrador anzi lo vuoi vedere? – occhi a cuoricino e già pronta con lo smartphone per mostrare le foto- e poi c’è la famiglia del musinè che per me è una vera e propria seconda casa.”

Che sia in una grande compagnia teatrale o nella sala del nuovo musine sport village per te però si capisce che è fondamentale ballare

“ E’ indispensabile quando ballo sono felice e abbatto la timidezza ma è quando non ballo che capisco che devo farlo ”

Allora fare questa intervista è stato così imbarazzante e terrificante?

“SI.” – ridendo –

Barba ben curata sguardo cordiale e rassicurante dietro una stravagante montatura di occhiali da giovanotto color giallo scintillante, è il co-founder Roberto Canfora ,colui che ha messo il primo mattoncino per la costruzione del centro,che si racconta in questa prima, di una serie di interviste ai membri del
Nuovo Musinè Sport Village.
Disponibile e affabile per attitudine,parla di sè,di quell’ amore incondizionato per la sua famiglia “prima di ogni cosa” e lo sport che lo ha accompagnato tutta la vita, che gli ha fatto abbandonare i rassicuranti studi di giurisprudenza per i più “audaci” di scienze motorie dell isef.
Nato e cresciuto a Pianezza ,fra le sue ambizioni quella di lasciar un segno e costruir qualcosa di utile non distante dalla sua città e diventare un allenatore di pallavolo , “con buoni risultati raggiunti” aggiunge arrossendo, con un sorriso imbarazzato . Anzichè di un rigido capo preferisce la figura del buon coach , il dialogo e non l’imposizione ;in prima linea nel cercar una soluzione a problemi e avversità perché come afferma “è inutile lamentarsi”.

“Non so se siamo i migliori, sicuramente siamo diversi.”

Roberto Canfora co-founder del Nuovo Musinè Sport Village dato alla luce nel 2011.
Di cosa si occupava Roberto prima del Nuovo Musinè Sport Village?

“Naturalmente avevo un’altra palestra mi occupavo di fitness dal 1992, prima ancora nasco come allenatore di pallavolo, una mia grande passione, nasce tutto da lì, ho cambiato studi per la pallavolo; da giurispudenza all’Isef per essere un buon coach e ci sono anche abbastanza riuscito, son felice che questa passione per lo sport e i suoi ideali sia riuscita a trasmetterla ai miei figli.”

Cosa ha spinto a scegliere la zona di Pianezza? È stata una scelta strategica o dettata dalla casualità?”

“Pianezza perchè io son nato qui e son sempre stato quì, son partito con 500 metri quadri con una palestrina piccola, uno spazio grosso come una delle sale che abbiamo ora .
Dopo qualche tempo era necessario un salto di qualità e coinvolgendo amici abbiamo dato vita a questa ‘follia’ che ci ha dato tanto lavoro ma anche tante soddisfazioni.”

Quale studio c e stato dietro al logo del Nuovo Musinè Sport Village e cosa rappresenta?

“Questo logo attuale parte dall’ evoluzione del vecchio della precedente palestra chiamata ASD MUSINE’ ed era un triangolo più geometrico, rappresentava naturalmente la montagna che ci caratterizza e ritrae uno dei luoghi più mistici ed ermetici del piemonte dove c’e’, secondo la leggenda,un grande tesoro – ed aggiunge – mi piace pensare che possa essere proprio il centro , un tesoro fatto di persone e rapporti umani,
poi – scherza – ogni tanto atterra anche qualche astronave che ci da qualche idea nuova.”

Ora contate piu di 1000 iscritti ma al day one del lancio quali eran le aspirazioni sensazioni o paure in virtù di un investimento importante?

“In realtà sono un ottimista di natura ho dovuto fare una grande opera di persuasione per far questo salto nel vuoto, qualcuno quando abbiam costruito il parcheggio aveva qualche
perplessità perfin sulla capienza che a proprio parere era fin troppo ampia;
con 130 posti auto, oggi è quasi esaurito sempre in ogni ordine di posto e addirittura in alcuni momenti della giornata molti son costretti a parcheggiare nelle aree circostanti.
Pertanto – incalza – non avevo alcun dubbio in quanto ero conscio che lavorando con onestà, passione e professionalità i risultati sarebbero arrivati, abbiamo tanti ragazzi in gamba che lavorano ogni giorno di cui vado orgoglioso.”

A friendly place to stay è il pay off, il claim che hai voluto associare alla struttura. Cosa rappresenta per te?
“Rapprenta la visione globale , la sfida più grande era forse quella di mantenere lo stesso modo di essere famigliare che ci contraddistingueva  della vecchia struttura proiettato in un centro di grande dimensioni, enfatizzando tutti i valori umani, qui nessuno è un numero, andiamo incontro a tutte le esigenze e problemi, non so se siamo i migliori o lo saremo, sicuramente siamo diversi rispetto gli altri.”

Raccontaci un aneddoto legato al musiné
“Ogni giorno -sorride- è un avventura diversa ma il primo giorno di apertura il 9 aprile 2011 è sicuramente quello più emozionante e quello che ci ha regalato se così si può dire maggior frenesia e 24 ore di lavoro non stop ; fra l’altro, non a caso, è il giorno del compleanno di mia figlia e lei scherzosamente mi rimprovera ancora oggi che ho festeggiato il musinè trascurandola un pochino, in realtà sa perfettamente che tutti i sacrifici compiuti son per lei e la mia famiglia che cerco di coinvolgere il più possibile nelle attività del centro trascorrendo più tempo insieme possibile visto che gran parte della giornata è occupata quì; La domenica invece non cercatemi è imperativo per me trascorrerla con i miei affetti piu cari.”

Quali aspettative hai e cosa implementeresti ancora del complesso?
“Dico sempre che il Musinè Sport Village è una macchina da guerra, possiamo fare qualunque attività e mi son preposto ogni week end di creare qualche evento da proporre al pubblico.
Per quanto riguarda la struttura qualche idea c’e’- si illumina improvvisamente- la piscina è più di un ispirazione, potrebbe essere il salto di qualità definitivo  magari oggi o domani, chissà.
Voglio sottolineare ulteriormente e non smetterò mai di affermarlo che ciò che mi da maggiore soddisfazione è il mio staff , son dal primo all’ ultimo dei ragazzi eccezionali.”

Dicon che il gruppo piu molesto e rumoroso sia quello dei pugili , è realmente così??
“ah be – sorride – il gruppo dei pugili è un mondo a se stante ma dei quali non potrei far a meno .”

Domenica 7 maggio Nuovo Musinè Sport Village Seminario Krav Maga “Mezzi Pubblici” in collaborazione FDKM,  dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

Un seminario di difesa personale per poter affrontare situazioni di pericolo o aggressioni sui mezzi pubblici come autobus, treni, macchina oppure aereo.
– Tecniche in spazi ristretti con aggressioni singoli e multipli.
– Tecniche di difesa a terze persone.
– Tecniche di sopravvivenza in situazioni estreme.

Il corso è organizzato da FDKM Formazione Difesa Krav Maga presso la Palestra Musine’ Sport Village Via dei Prati nr. 16 Pianezza (TO)

Corso a numero chiuso.
Obbligo di prenotazione.

Aperto a tutti
http://www.difesakravmaga.it/…/seminario-krav-maga-mezzi-…/…

 

Contattateci per Informazioni a:
info@difesakravmaga.it | carmelodecarlofdkm@gmail.com  | maurominafdkm@gmail.com

 

Finalmente siam giunti nel giorno di nascita del nostro nuovo sito!
Creato su misura per voi che siete il motore  del Nuovo Musinè Sport Village per coloro che
voglion informarsi costantemente su news eventi e promozioni, per coloro che necessitano di consultare ed esser  aggiornati su orari delle nostre sale corsi,
Una versione più “friendly” per chi visualizza il sito da mobile  e più “social” per restare sempre in contatto…

Restate con noi e seguiteci costantemente!

we  ♥   nuovo musinè  sport village

Sabato 4 marzo 2017 immancabile serata di boxe al Nuovo Musinè Sport Village marchiata Dms Team.

I migliori pugili elite piemontesi si scontreranno per  uno spettacolo  indimenticabile.

inizio serata ore 20.00

primo incontro ore 20.30

Sabato 4 febbraio 2017 team Nordovest e Nuovo Musine SportVillage presentano
SUPER LONG RIDE
160 minuti per fal del bene
Free Ride con obbligo di prenotazione…
L’intero ricavato verrà donato per la ricerca
Non perder quest’ occasione.. RIDE FOR A GOOD CAUSE…

 

Festeggia il più terrificante Halloween al Nuovo Musinè Sport Village.
Ricche sorprese ed un menù “misteriosamente” buono creato dal fantastico staff del ristorante.

Menù adulti
Antipasti
Focacce e farinate

Primo
Capelli di streghe impiastricciati

Secondo
Stinco di santo indiavolato con fantasmini di patate

Inclusi
bibite, acqua vino dolce di halloween e caffè

Costo 25€

Menù ragazzi
mummie di wurstel
pasta al rosso sangue
hamburgher con vermi

Inclusi
bibite, acqua e pizza alla nutella

Costo 10€

10% di sconto a tutti i soci del nuovo musinè sport village

a Givoletto Batte un cuore sportivo … Il Nuovo Musonè Sport Village presenta la 2^ edizione di questa manifestazione..
Prenota le tue lezioni, Per tutte le attività mezza giornata € 17 giornata intera E 10!!

Festeggiamo insieme la fine del 6° sport camp al Luna Park Venerdì 9 settembre 2016 dalle 18.30 alle 19.30 e a seguire apericena con musica dal vivo presso il Nuovo Musinè Sport Village al costo di 10€, i bambini fino a 14 non pagano