Addominali? punti di vista….

Parte la nostra rubrica Musi.net

Per il primo appuntamento di oggi uno degli interrogativi più annosi dove da  sempre si va alla ricerca della risposta perfetta ,la magia dell’ultimo minuto prima delle vacanze estive, la pietra filosofale ;fra le palestre e nei vari blog di discussione del fitness..

Come ottenere un ventre piatto? Oggi vi riportiamo due articoli tratti da due importanti blog a tema con due atteggiamenti e impatto differenti che affrontano la tematica da più punti di vista…

Tratto Da :

http://bcamp.it/addominali-alti-bassi-un-falso-mito-duro-morire/

di Stefano Piccoli e Roberta Saldo

Partiamo dal presupposto che “gli addominali scolpiti” sono uno degli obiettivi principali dai frequentatori delle palestre. Oggi approfondiamo questo tema per fare un po’ di chiarezza, dandovi informazioni utili per non cadere nel tranello del “sentito dire”.

[…] il Retto dell’addome è un muscolo unico, e quindi non si può parlare di addominali alti e bassi. La differenza la fa il punto fisso. Prendendo come punto fisso il pube, sarà il busto a flettersi in avanti e lo sterno ad avvicinarsi (come nei classici crunch). Prendendo come punto fisso lo sterno sarà invece il bacino ad avvicinarsi allo sterno (come nei crunch inversi). Questo è un discorso che vale per il Retto addominale, come per qualsiasi altro muscolo (es. bicipite, tricipite).

Ma allora perchè solo per il Retto dell’addome c’è questa convinzione? La risposta è che geneticamente, il maggior accumulo di grasso negli uomini è sulla parte bassa dell’addome, che inizia a diminuire solo a % di grasso minori, rispetto alla zona vicino allo sterno dove invece fin da subito se ne accumula di meno.

FOCALIZZARE L’ATTENZIONE SULLE GIUSTE STRATEGIE E’ MOLTO IMPORTANTE PER NON DEMORALIZZARSI ALLE PRIME DIFFICOLTA’.

E’ giusto dare la giusta attenzione all’allenamento della muscolatura addominale, ma non ha senso concentrarsi solo su quello. E’ ormai noto che il dimagrimento localizzato non esiste, quindi non basta fare centinaia ripetizioni ogni giorno per “perdere la pancia”. Allenerete semplicemente il muscolo, ma per vedere i risultati sperati, fatica e sacrificio sono la strada giusta, quindi allenamento e soprattutto alimentazione. Esatto. Gli addominali si fanno a tavola.[…]

Tratto Da:

http://www.leitv.it/benessere/esercizi-per-gli-addominali-bassi-addio-pancetta/

Gli addominali bassi sono dei muscoli fondamentali per far sparire la tanto odiata pancetta che, nonostante la dieta, sembra non volersene proprio andare! Per una pancia piatta e per non vedere mai più la pancetta, non vi resta che fare allenare gli addominali bassi con questi semplici esercizi.[…]

Fateli tutti i giorni per 5 minuti oppure fate delle sessioni più intensive per tre vole a settimana: i risultati non tarderanno ad arrivare! […]

1. Esercizi per gli addominali bassi: la bicicletta
Vi ricordate l’esercizio che facevate sempre da bambine? Si tratta in realtà dio uno degli esercizi migliori per combattere la pancetta e nel frattempo mantenere toniche anche le gambe. Supine, mettete le mani sotto il sedere e alzate leggermente le gambe da terra: fate quindi con le gambe il movimento che fareste per pedalare su una bicicletta. fate movimenti ampi, stendendo bene la gamba che sta per scendere e facendola arrivare a pochi centimetri da terra. Ripetete l’esercizio in serie da 10 per almeno 3 volte.

2. Esercizi per gli addominali bassi: la forbice

Stese a terra, mettete le mani sotto il sedere e alzate le gambe da terra mantenendole stese. Le gambe, nella posizione di partenza, dovranno essere ben stese e parallele al pavimento: saranno a circa 20 centimetri dal pavimento. Da questa posizione fate salire una gamba fino a quando non formerà un angolo di 90° con il vostro corpo. Abbassatela molto lentamente e fate quindi salire la gamba opposta. Ripetete l’esercizio 10 volte per gambe e ripetete la serie per altre 2 volte.
3. Esercizi addominali bassi: portafoglio
Sedute a terra con le gambe piegate: appoggiate le mani dietro la schiena e sollevate le gambe lasciandole piegate. Stendete quindi leggermente le gambe e poi avvicinate le ginocchia al petto portando il busto in avanti. Dovrete sentire lavorare la parte bassa degli addominali. Ripete l’esercizio 10 volte consecutive e ripetete la serie per 2 volte.